Le spiagge della Sicilia

spiaggia siciliana di Siracusa

La Sicilia è un luogo incantevole da visitare, e un turista che non conosce le spiagge più belle della Sicilia troverà in questo articolo le informazioni su dove queste si trovano e quali sono le peculiarità delle spiagge più belle e più facili da raggiungere.

Giardini Naxos

Giardini Naxos è una fantastica località turistica siciliana in provincia di Messina. La città si trova in una zona pianeggiante a poca distanza da Taormina, forse la località balneare più famosa della Sicilia. Giardini fino agli anni 70 non era altro che un villaggio di pescatori, mentre adesso rappresenta una delle attrazioni turistiche più visitate d’Italia con spiagge stupende, locali, monumenti e tanto altro.

Colline verdi e mare cristallino fanno della baia di Giardini Naxos un luogo affascinante da visitare assolutamente. Infatti chi sceglie questa località come meta per le vacanze lo fa proprio per il mare e per le spiagge che formano distese fatte di sabbia molto fine o pietruzze simili a ghiaia. Una delle spiagge più conosciute è quella di Recanati, luogo che offre fondali leggermente declinanti, lidi e spiaggia libera. La zona conta numerosi locali che attirano anche chi ama la vita notturna.

spiaggia di taorimina

Altre spiagge assolutamente da visitare sono quella di Schisò, con la sua vegetazione rigogliosa e la sabbia dorata e fine, o la spiaggia di Porticciolo, caratterizzata da confini delineati da roccia lavica. Tutti posti in cui è facile rilassarsi e godersi la propria vacanza.

Taormina

Storia, cultura e archeologia uniti a un mare meraviglioso rendono Taormina una delle località turistiche più famose e frequentate della Sicilia. Da tutto il mondo arrivano turisti attratti dal famoso teatro greco-romano, dalle spiagge stupende, panorami mozzafiato e la possibilità di passeggiare per le sue strade medievali mentre si gusta la gastronomia locale.

Siracusa

Siracusa, suggestiva località definita da Cicerone “la più bella città della Magna Grecia”, sorge nella cornice di un suggestivo porto naturale, chiuso a est dall’isola di Ortigia e alle spalle dall’altopiano dell’Epipoli. Patrimonio Unescu dal 2005, in questa città si fondono gli stili greco, romano e barocco, formando uno scenario irresistibile che narra una storia millenaria. 

Luoghi da vedere assolutamente sono il duomo che si trova nel nucleo antico sull’isola di Ortigia,  la chiesa di San Giovanni alle Catacombe Siracusa e quella di Lucia alla Badia con il quadro di Caravaggio “Seppellimento di Santa Lucia”.

Una volta giunti nel quartiere di Neapolis non si può far altro che cedere allo stupore, infatti qui troviamo i resti del teatro greco, di un anfiteatro romano, dell’ara di Gerone – più grande altare di età greca arrivato ai giorni nostri – e la grotta dei Cordari, la più famosa fra le latomie. 

spiaggia di Palermo

Palermo

Palermo si affaccia sul Mar Tirreno e comprende uno splendida zona costiera su cui si aprono i golfi di CariniPalermo e Termini Imerese.

La peculiarità del litorale è la presenza dei colori naturali esaltati dal blu intenso del mare e dal verde della vegetazione, dai colori scuri degli scogli fino al bianco delle spiagge di finissima sabbia. Tra le località balneari più visitate troviamo Mondello, lido dei palermitani, Isola delle Femmine e Cefalù, che abbina il patrimonio monumentale a spiagge accoglienti.

L’isola di Ustica, che si trova al largo della costa palermitana, è ricca di reperti archeologici e di bellezze naturalistiche quali insenature, grotte e calette. Considerata un paradiso dagli appassionati di escursioni subacquee per via dei suoi fondali. Panorami mozzafiato nella provincia di Palermo si possono trovare anche nell’ambiente protetto del Parco Regionale delle Madonie.

Il territorio è impreziosito da località rinomate per i monumenti e dai tesori artistici accumulate nel corso delle epoche. La storia di Palermo rende unico e prezioso il territorio, meta turistica molto frequentata anche a livello internazionale. Anche qui non possiamo non menzionare la gastronomia che non mancherà di soddisfare il gusto dei visitatori.

Capo d’Orlando

Capo D’Orlando, che prende il nome dal famoso paladino Orlando, è un piccolo borgo sul mare dall’atmosfera semplice e marinara, tipica di certe località siciliane.

Il bel porticciolo turistico è il fiore all’occhiello di questo millennio, ma anche cultura e storia si respirano passeggiando per le vie del centro, con un mare spettacolare sullo sfondo che offre paesaggi da cartolina. Visitare Capo D’Orlando vuol dire rilassarsi sulle sue spiagge di sabbia bianchissima, immersi nei colori del cielo e del mare o in giro tra i locali alla moda.

Riserva dello Zingaro

La Riserva dello Zingaro è quel tratto di costa che va da San Vito Lo Capo a Castellammare del Golfo, sette chilometri di natura incontaminata dove nidificano e vivono i rapaci, una delle riserve più famose d’Italia.

Cala Tonnarella dell’Uzzo è la caletta più prossima all’ingresso Nord, considerata fra le spiagge più belle d’Italia; è la più grande e più frequentata di tutta la riserva. Sul tragitto che porta alla cala si trova anche il Museo delle attività marinare.

Se avete voglia di passeggiare o volete trovare una caletta meno frequentata e godervi le meraviglie di questa costa, non vi resta che raggiungere le altre calette: Cala Torre dell’Uzzo, Cala Marinella, Cala Beretta, Cala della Disa, Cala del Varo, raggiungibile via mare, e Cala della Capreria.

riserva dello Zingaro

Favignana

Favignana è il capoluogo e l’isola maggiore dell’arcipelago delle Egadi. Favignana è meta perfetta per chi ama acque limpide e trasparenti. Le coste favignanesi offrono location per tutti i gusti: spiagge con sabbia dorata e fine come Cala Azzurra, Lido Burrone, i Calamoni; oppure calette suggestive di sabbia e ciottoli nella zona di Punta Lunga, del Preveto, dei Faraglioni e Punta sottile. Rocce e sabbia incastonate in un mare prezioso dalle sfumature che vanno dal blu al celeste sono le caratteristiche salienti della famosa Cala Rossa.

Cala Rossa, spiaggia di Favignana

Messina

Messina, città portuale della Sicilia nord-orientale, è conosciuta per il Duomo di epoca normanna, presenta un orologio astronomico sul campanile, un portale gotico e finestre nello stile del XV secolo.

Vicino al duomo vi sono fontane in marmo decorate con figure mitologiche, come la Fontana di Orione e quella del Nettuno.

Due delle originali Quattro Fontane in stile barocco si trovano nel sud della città. Le rimanenti due si trovano nel Museo regionale interdisciplinare di Messina, insieme a opere d’arte moderna e medievale, tra le quali alcuni dipinti di Caravaggio.

Una colonna ottagonale e alta situata all’ingresso del porto sorregge la statua della Madonna della Lettera, santa patrona della città. A nord-est della città vi è il Lago di Ganzirri, un lago di sale costiero collegato al Mar Ionio tramite un canale artificiale. Tra i posti più visitati ed amati ricordiamo la Laguna di Tindari, un paesaggio davvero mozzafiato e unico. 

Oltre la Laguna merita di essere menzionata anche la spiaggia di Marinello, famosa non solo per le leggende ma anche per la sua bellezza. Molto conosciuta è una grotta che, narra la leggenda, era abitata da una maga che affascinava e divorava i marinai.

Isole Eolie

Le Isole Eolie (Isole Lipari) sono situate a nord della costa siciliana in provincia di Messina. Destinazione turistica molto gettonata per via di mare e spiagge fantastiche e paesaggi unici. Sono anche dal 2000 patrimonio dell’Umanità Unesco.

Sette isole di origine vulcanica, alle quali si aggiungono isolotti e scogli affioranti dal mare. Tra le spiagge da segnalare vi sono quella di Scario a Malfa, il Lungomare di Lingua, la Spiaggia Bianca, le Spiagge Nere, le Fumarole di Vulcano, le calette di Piscità, Forgia Vecchia e Cala Junco di Panarea.